Studio Technica

Aggiornata al 13/07/04

CNR-DT 200/2004

CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE

COMMISSIONE INCARICATA DI FORMULARE PARERI IN MATERIA DI NORMATIVA TECNICA RELATIVA ALLE COSTRUZIONI

Istruzioni per la Progettazione, l'Esecuzione ed il Controllo di Interventi di Consolidamento Statico mediante l'utilizzo di Compositi Fibrorinforzati

Materiali, strutture di c.a. e di c.a.p., strutture murarie.

INDICE

  1. PREMESSA
    1. PREMESSA ALLA VERSIONE DEFINITIVA DEL DOCUMENTO A CONCLUSIONE DELL'INCHIESTA PUBBLICA
    2. CONTENUTO E SCOPO DELLE ISTRUZIONI
    3. SIMBOLOGIA
  2. MATERIALI
    1. INTRODUZIONE
    2. LE CARATTERISTICHE DEI COMPOSITI E DEI LORO COMPONENTI
      1. Principali fibre per compositi
        1. Tipologie di fibre disponibili in commercio e classificazione
        2. Fibre di vetro
        3. Fibre di carbonio
        4. Fibre arammidiche
        5. Altre tipologie di fibre
        6. Caratteristiche tecniche del filato
      2. Tessuti non impregnati
        1. Caratteristiche tecniche dei tessuti non impregnati
      3. Matrici
        1. Resine epossidiche
        2. Resine poliestere
        3. Altre tipologie di resine
        4. Scheda tecnica della resina
      4. Adesivi e principi generali di incollaggio
        1. Scheda tecnica dell’adesivo
    3. SISTEMI DI RINFORZO
      1. Proprietà meccaniche dei sistemi di rinforzo
      2. Sistemi preformati
        1. Caratteristiche meccaniche
        2. Schede tecniche per compositi preformati
      3. Sistemi impregnati in situ
        1. Determinazione area resistente
        2. Caratteristiche meccaniche
        3. Schede tecniche per sistemi impregnati in situ
      4. Sistemi preimpregnati
    4. QUALIFICAZIONE DEI MATERIALI
      1. Livello 1: Proprietà fisico-meccaniche
      2. Livello 2: Proprietà a lungo termine
    5. ACCETTAZIONE
      1. La scelta e la verifica dei materiali: i compiti e le responsabilità degli operatori
    6. TRASPORTO, STOCCAGGIO E MOVIMENTAZIONE
  3. CONCETTI BASILARI DEL PROGETTO DI RINFORZO E PROBLEMATICHE SPECIALI
    1. REQUISITI FONDAMENTALI
    2. REQUISITI DI DURABILITÀ
    3. PRINCIPI GENERALI DEL PROGETTO DI RINFORZO
      1. Generalità
      2. Coefficienti parziali ed azioni di calcolo
      3. Proprietà dei materiali e dei prodotti
      4. Capacità di calcolo
    4. COEFFICIENTI PARZIALI
      1. Coefficienti parziali γm per i materiali ed i prodotti
      2. Coefficienti parziali γRd per i modelli di resistenza
    5. OBLEMI SPECIALI DI PROGETTO E RELATIVI FATTORI DI CONVERSIONE
      1. Azioni ambientali e fattore di conversione ambientale ηa
      2. Modalità di carico e fattore di conversione per effetti di lunga durata ηl
      3. Resistenza alle azioni causate da impatto ed esplosione
      4. Resistenza alle azioni causate da atti vandalici
    6. LIMITI DEL RINFORZO NEL CASO DI ESPOSIZIONE AL FUOCO
  4. RINFORZO DI STRUTTURE DI C.A. E DI C.A.P
    1. VALUTAZIONE DELLA RESISTENZA NEI CONFRONTI DELLA DELAMINAZIONE
      1. Meccanismi di rottura per delaminazione
      2. Verifiche di sicurezza nei confronti della delaminazione
      3. Resistenza allo stato limite ultimo per delaminazione di estremità (modalità 1)
      4. Resistenza allo stato limite ultimo per delaminazione intermedia (modalità 2)
      5. Verifica delle tensioni di interfaccia allo stato limite di esercizio
    2. RINFORZO A FLESSIONE
      1. Generalità
      2. Analisi del comportamento allo stato limite ultimo
        1. Generalità
        2. Stato della struttura all'atto del rinforzo
        3. sistenza di progetto a flessione dell'elemento rinforzato con FRP
        4. Resistenza di progetto a flessione dell'elemento rinforzato con FRP in presenza di forza assiale (pressoflessione).
        5. Collasso per delaminazione di estremità
      3. Analisi del comportamento agli stati limite di esercizio
        1. Basi del calcolo
        2. Verifica delle tensioni
        3. Verifica delle frecce
        4. Verifica dell'apertura delle fessure
      4. Duttilità
    3. RINFORZO A TAGLIO
      1. Generalità
      2. Configurazioni per il rinforzo a taglio
      3. Resistenza di progetto a taglio dell'elemento rinforzato con FRP
        1. Resistenza di progetto a taglio
        2. Resistenza efficace di progetto del rinforzo
        3. Limitazioni e dettagli costruttivi
    4. RINFORZO A TORSIONE
      1. Generalità
      2. Configurazioni per il rinforzo a torsione
      3. Resistenza di progetto a torsione dell'elemento rinforzato con FRP
        1. Resistenza di progetto a torsione
        2. Limitazioni e dettagli costruttivi
    5. CONFINAMENTO
      1. Generalità
      2. Resistenza di progetto a compressione centrata o con piccola eccentricità dell'elemento confinato
        1. Stima della pressione laterale di confinamento
          1. Sezioni circolari
          2. Sezioni quadrate e rettangolari
      3. Duttilità di elementi presso-inflessi confinati con FRP
    6. RINFORZO A FLESSIONE DI STRUTTURE DI C.A.P.
      1. Utilizzo di compositi FRP per elementi pre-tesi o post-tesi di c.a.
        1. Analisi del comportamento allo stato limite ultimo
        2. Analisi del comportamento agli stati limite di esercizio
    7. INTERVENTI IN ZONA SISMICA
      1. Principi generali di intervento
        1. Obiettivi della progettazione
        2. Criteri per la scelta dell’intervento con FRP
      2. Strategie di intervento
        1. Eliminazione dei meccanismi di collasso di tipo fragile
        2. Eliminazione dei meccanismi di collasso di piano
        3. Incremento della capacità deformativa globale di una struttura
          1. Incremento della capacità deformativa locale degli elementi
          2. Applicazione del criterio della gerarchia delle resistenze
      3. Verifiche di sicurezza
        1. Elementi e meccanismi duttili
          1. Pressoflessione
          2. Rotazione rispetto alla corda
        2. Elementi e meccanismi fragili
          1. Taglio
          2. Zone di sovrapposizione
          3. Svergolamento delle barre longitudinali
          4. Nodi
    8. INSTALLAZIONE, MONITORAGGIO E CONTROLLO
      1. Controllo e preparazione del substrato
        1. Valutazione del deterioramento del substrato
        2. Rimozione e ricostruzione del substrato ed eventuale trattamento delle barre metalliche
        3. Preparazione del substrato
      2. Raccomandazioni per l’esecuzione a regola d’arte.
        1. Condizioni di umidità e temperatura dell’ambiente e del substrato
        2. Particolari costruttivi e norme di esecuzione
        3. Protezione del sistema di rinforzo
      3. Controllo di qualità dell’esecuzione
        1. Prove semi-distruttive
        2. Prove non distruttive
      4. Qualifica degli operatori per l’esecuzione delle prove
      5. Monitoraggio dell’intervento di rinforzo
    9. ESEMPI NUMERICI
  5. RINFORZO DI STRUTTURE MURARIE
    1. GENERALITÀ

(...OMISSIS...)

Studio Technica Via del Caravaggio, 43 - 50143 Firenze - Tel. 055 7320695 - Fax 055 7349695
E' vietata la riproduzione anche parziale - Per informazioni Studio Technica